Creata molecola che stoppa la diffusione dell’HIV

VEGF8

Una cura definitiva per l’AIDS non è stata ancora trovata. Nel frattempo è stato messo a punto un nuovo approccio che potrebbe ridurre drasticamente la diffusione del virus HIV con i rapporti sessuali.  Un nuovo studio afferma che una macromolecola sintetica è infatti capace di competere efficacemente con l’HIV per l’interazione con le cellule del sistema immunitario.

La ricerca, pubblicata su Macromolecular Rapid Communications, è stata realizzata da un gruppo di ricercatori della Queen Mary University di Londra, i quali sono riusciti a sintetizzare un polimero a base di zuccheri e polipeptidi, un glicopolipeptide, avente un’elevata cinetica di binding nei confronti del recettore delle cellule dendritiche DC-SIGN, uno dei recettori prediletti dal virus HIV. Legandosi tempestivamente ed in modo sufficientemente stabile al recettore, il polimero impedisce l’ancoraggio del virus sulla cellula immunitaria e la conseguente infezione.

I test sulla cinetica e sull’inibizione dell’infezione virale sono stati eseguiti non a caso sulle cellule dendritiche, le sentinelle dell’organismo che per prime nella cute e nelle mucose catturano gli antigeni estranei e li presentano, dopo averli elaborati, ai linfociti T. Nel caso dell’HIV, le cellule dendritiche falliscono nell’aggressione e distruzione dell’invasore, il quale giunge intatto al sistema immunitario, di cui infetta soprattutto le cellule che espongono sulla superficie della membrana plasmatica una parte della glicoproteina CD4 (su tutti i T-helper).

I risultati di questo studio, seppure preliminari, sono incoraggianti e rappresentano una nuova potenziale soluzione al problema della trasmissione dell’HIV da contatto sessuale. Questi polimeri sintetici sono stati infatti ideati come possibili ingredienti di lozioni per preservativi o di creme vaginali che agiscono da barriere fisiche contro il virus.

 

Fonte immagine: County of Los Angeles Public Health

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *